liposuzione

Per Liposuzione, conosciuta anche come liposcultura, si intende un’operazione chirurgica che va a ridurre la massa grassa nelle zone del corpo in cui è presente una adiposità localizzata.

Liposuzione, come funziona?
La Liposuzione viene eseguita con l’aiuto di una cannula aspiratrice, da 2 a 4 mm, che va letteralmente ad aspirare il tessuto adiposo sottocutaneo. L’intervento, tra i più richiesti in chirurgia estetica, elimina in modo permanente la massa grassa presente nel corpo (da pochi etti ad alcuni kg).

Liposuzione, quando farla?
Le zone di accumulo e la disposizione del grasso corporeo differiscono in base alla genetica e alla morfologia della persona. Si possono però individuare tratti simili che vanno ad indicare due tipologie differenti: la prima è quella ginoide, più frequente nelle donne, che tendono ad accumulare adipe nella parte inferiore del corpo. Mentre la seconda è quella androide, tipicamente maschile, dove il grasso è localizzato nella parte superiore del corpo come addome, fianchi e torace-seno.


Le aree in cui può essere effettuata la liposuzione, o liposcultura, sono le seguenti:

  • coscia: si effettua sia nella sua parte interna che esterna e si possono togliere fino ad alcuni kg di grasso.
  • ginocchio: risultato immediato e sempre efficace.
  • pancia: intervento delicato da valuta con molta attenzione in quanto può essere necessario associare un minilifting della zona addominale.
  • fianchi: questo tipo di liposcultura risponde molto bene all’intervento con risultati sicuri ed immediati. La pelle si ritrae sempre senza problemi.
  • caviglie e polpacci: è una delle zone con minor percentuale di grasso e anche in questo caso il risultato è sempre sicuro e positivo. Bisogna valutare bene la reale presenza di grasso, diversa dal muscolo ipertrofico o dall’edema.
  • schiena e braccia: anche qui è possibile aspirare il grasso in eccesso con buoni risultati.
  • viso e collo: in questa parte del corpo l’intervento viene effettuato con mini cannule che possono ben modellare queste zone in caso di accumuli adiposi localizzati.
  • seno dell’uomo: si parla di ginecomastia quando il seno nell’uomo è formato da tessuto ghiandolare e di pseudoginecomastia quando è presente del tessuto adiposo. Spesso si ha una forma mista tra le due varianti.

Nel caso di vera ginecomastia l’intervento è di tipo chirurgico, con asportazione della ghiandola. Si effettua una piccola incisione a livello areolare che permette di raggiungere un buon risultato, con un intervento semplice e di breve durata. Invece nel caso di pseudoginecomastia l’intervento sarà basato solo sulla liposuzione essendoci solo la presenza di grasso. Molto spesso però è necessario intervenire con entrambe le procedure. L’intervento avviene in anestesia locale con sedazione, a cui segue una medicazione compressiva da tenere per una settimana, ma con immediata ripresa del lavoro.

Lipolifting: mentre nella liposuzione il grasso viene solitamente asportato, nel caso del lipolifting viene usato come riempitivo di zone depresse del corpo o per aumentare il volume di zigomi, glutei e seno. Anche in questa procedura l’intervento viene eseguito in anestesia locale ed è semplice e veloce, inoltre non restano cicatrici.

L’intervento viene realizzato in day surgeryoppure in chirurgia ambulatoriale in caso di minore entità. Si fa ritorno a casa in giornata e di solito la ripresa lavorativa può essere immediata o dopo 2-3 giorni di relativo riposo. A seguito dell’operazione viene eseguita una medicazione che è necessario mantenere per alcuni giorni al fine di ridurre l’edema e l’ecchimosi. Il dolore post operatorio è quasi assente, si tratta più di un fastidio dato dalle fasce per la compressione. Spesso non vengono assunti neppure farmaci analgesici.